Dott.ssa Sara Bortot – Psicologa e Psicoterapeuta

sarabortot.psico@gmail.com

TERAPIA EMDR

La Dottoressa Sara Bortot è una psicoterapeuta abilitata all’utilizzo dell’EMDR avendo completato entrambi i livelli di formazione. Garantisce il continuo aggiornamento delle tecniche con supervisioni cliniche e corsi di aggiornamento

TERAPIA EMDR

Diversi tipi di traumi

Nella nostra vita ognuno di noi ha sperimentato una qualche forma di esperienza traumatica. Alcune volte però, non importa quanto siano gravi, ma queste esperienze rimangono come “bloccate” nel nostro cervello e nella nostra mente continuando ad influenzare in qualche modo anche la vita presente. Esistono traumi chiamati con la “T maiuscola”, situazioni in cui la persona sente la minaccia per la propria o altrui vita (come ad esempio aggressioni fisiche, violenze sessuali, incidenti, catastrofi, diagnosi infauste). Ci sono anche traumi definiti con la “t minuscola”, situazioni che seppur non pericolose fisicamente, segnano profondamente la persona nella propria identità soprattutto se ripetute nel corso della vita o se subite in momenti di maggiore vulnerabilità come l’infanzia o l’adolescenza. Esperienze di abbandono, umiliazioni, trascuratezza e paure possono modificare in negativo il modo in cui la persona vede se stessa e il mondo. È stato dimostrato attraverso studi neurobiologici che entrambi questi traumi  modificano anche le nostre strutture neurali rimanendo come impressi in specifiche aree del nostro cervello.

TERAPIA EMDR

Cos’è l’EMDR

L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è un trattamento psicoterapico considerato di elezione in tutto il mondo per la cura del Disturbo da Stress Post Traumatico (PTSD). Come tante scoperte in medicina è avvenuta per caso. Nel 1989 la psicologa americana Francine Shapiro ha notato che i movimenti oculari spontanei che avvengono durante il sonno in particolare nella fase REM (Rapid Eyes Movement, appunto) hanno un ruolo importante nell’elaborazione degli eventi stressanti successi nella giornata. Attraverso migliaia di studi è stato ampiamente dimostrato come tali movimenti si possono riprodurre in modo controllato durante la terapia EMDR con il risultato di permettere di elaborare le esperienze traumatiche.Negli anni tale terapia è stata approvata dall’American Pychological Association (2002), dall’American Psychiatric Association (2004), International Society for traumatic Stress Studies (2010), dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (2013), e dal Sistema Sanitario Nazionale italiano e inglese.

TERAPIA EMDR

In cosa consiste una seduta di EMDR?   C’è una prima fase in cui il terapeuta raccoglie tutte le informazioni necessarie: la storia del paziente in particolare tutti gli eventi significativi che hanno contribuito alla formazione del problema/disturbo (ad esempio tutti i micro-traumi che hanno contribuito a far credere a quella persona di essere sbagliata o non  importante, o di sentirsi in pericolo). Questi ricordi concordati col paziente saranno quelli da elaborare uno per volta durante la seduta. La persona viene invitata a notare pensieri, sensazioni fisiche, immagini inerenti il ricordo traumatico, nel mentre il terapeuta aiuta a compiere semplici movimenti oculari da destra a sinistra. Sono questi movimenti che riattivano la comunicazione fra gli emisferi cerebrali e di conseguenza l’elaborazione dell’esperienza. Tali stimolazioni sono simili a quelle del sonno REM, riproducono quindi un processo neurofisiologico naturale. Dopo la seduta il paziente ricorda ancora tutto dell’evento ma lo sente molto meno disturbante, meno vivido, sente che quel ricordo viene messo nel passato insieme agli altri ricordi, lo mette in una prospettiva più adulta. Cosa non è l’EMDR?   L’EMDR non è una forma di ipnosi perché il paziente è completamente sveglio e cosciente. Non opera a livello inconscio ma a livello neurofisiologico.

TERAPIA EMDR

La terapia EMDR è un percorso breve   Il cambiamento del modo in cui si ripensa all’evento è molto veloce, non conta quanti anni siano passati dall’evento. I sintomi di ansia quando si ripensa ai ricordi si attenuano fino a scomparire. È stato visto con numerosi studi che con 3-6 sedute di EMDR si ha dal 77 al 100% di remissione dei sintomi del Disturbo Post Traumatico. Dopo la psicoterapia con EMDR la persona non solo capisce, ma sente in modo diverso il passato, questo non influisce più negativamente condizionando il presente. Libera da questo peso la persona sente di avere più fiducia nelle proprie capacità, sente più forte la propria autostima.

Rimettere il passato nel passato perché non rovini più né il presente né il futuro.

Torna in alto
Avvia la chat
1
Benvenuto,
Come posso aiutarti?